India

In Breve

Un viaggio in India è un'esperienza unica: dai picchi dell'Himalaya alle infinite spiagge di Goa, dagli atolli corallini alle foreste tropicali sarete accolti dalla parola Namaste.

Houseboat Kerala
India
India
India
India sud
India
Kerala
Popolo India
Spezie
Taj Mahal
Taj Mahal

località e prodotti

resort
crociere
tour
preventivo
mappa

Introduzione

L’India è un mondo a parte, così diverso che da solo può offrirvi tutto: un mondo così antico che conserva millenni di storia, di arte e di cultura; un mondo cosi permeato di religiosità che fa dei suoi Dei e delle cerimonie religiose una presenza costante nella propria vita. Un mondo dove passato e presente convivono, le industrie con i festival e le fiere con i satelliti lanciati nello spazio.
Sentirete nelle strade la fragranza del legno di sandalo o dei gelsomini, vedrete i picchi dell’Himalaya e le infinite spiaggie di Goa, gli atolli corallini e le acque interne del Kerala, i fiumi, i villaggi e le foreste tropicali. La diversità di razze, di culture, di linguaggi, di ambiente, disegnano in India scenari sempre diversi. Nel deserto del Rajasthan vedrete processioni di cammelli che trasportano pesanti carichi; nelle riserve vedrete tigri, leopardi, elefanti, uccelli di ogni sorta; lungo le strade incontrerete lente, indolenti vacche sacre. Gusterete un autentico té inglese nei grandi alberghi, sarete catturati dalla grazia delle danzatrici, vi unirete alla folla gioiosa che celebra i suoi festival… gli splendori dell’India non hanno fine!

Scheda Tecnica

Clima: Il periodo migliore per recarsi in india del Sud va da ottobre a marzo: il caldo è moderato, con temperature massime di 28/30°C e minime attorno ai 22°C . A marzo le temperature iniziano a salire e possono arrivare a 38°C ; il periodo del monsone, in India del Sud va infatti da maggio a giugno per tornare in ottobre, anche se in forma più leggera. Anche quello tra luglio e settembre, nonostante il caldo, può essere un buon periodo per il viaggio, con fenomeni piovosi attenuati, ma temperature più alte. Nel Nord, Rajasthan e Nepal il periodo consigliato va da ottobre ad aprile, mentre il monsone è presente da luglio a settembre, anche se in alcune zone le piogge si trasformano spesso in acquazzoni di breve durata.
Formalità: Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e 2 pagine libere affiancate. E’ necessario il visto d’ingresso che può essere unicamente rilasciato dagli uffici diplomatico/consolari del Paese presenti in Italia. Per ogni ulteriore informazione si consiglia di contattare direttamente l’Ambasciata dell’India a Roma o il Consolato Generale dell’India a Milano. Pagine web: http://www.indianembassy.it/ e http://www.cgimilan.in/.
Le Autorità indiane non rilasciano visti all’arrivo in aeroporto.
Vaccini: le vaccinazioni non sono obbligatorie (eccetto per i viaggiatori provenienti dall’Africa, dall’America Latina e dalla Papuasia e Nuova Guinea che devono presentare un certificato di vaccinazione per la febbre gialla). Il rischio malarico è presente in tutta l’India ed è consigliabile la profilassi antimalarica. Per ridurre il rischio di puntura di zanzara è opportuno indossare, soprattutto all’alba e al tramonto, camicie e pantaloni lunghi e di colore chiaro. Utili anche insetticidi e repellenti. Inoltre si consiglia l’antitifica ed l’antitetanica.
Fuso orario: + 4,30 ore rispetto all'Italia, + 3,30  quando in Italia vige l'ora legale
Lingua: L’hindi è la lingua ufficiale del governo e quella più parlata; esistono però altre 21 lingue ufficiali e ben 1.652 dialetti. L’inglese è comunque ampiamente utilizzato.
Moneta: Rupia indiana (INR), suddivisa in 100 paisa. L’importazione e l’esportazione di rupie indiane, che possono essere acquistate solo in India, sono vietate. Si può cambiare negli aeroporti o naturalmente negli hotel, dove il tasso di cambio risulta un po’ meno conveniente.
Elettricità: Corrente a 220 volt e prese circolari a tre poli. Adattatore universale necessario e utilissimo.

Tutte le informazioni aggiornate sull’INDIA possono essere anche reperite sul sito www.viaggiaresicuri.it . Clicca qui  per tutti i dettagli (servizio a cura del Ministero Affari Esteri)