SALALAH

In Breve

Deserto, oasi, montagne e spiagge bagnate dalle acque cristalline dell’Oceano Indiano. Un mare bellissimo e spiagge da cartolina, ma anche luoghi magici e pieni di storia come siti archeologici e palazzi antichi. Un posto lontano da tutti gli altri dove perdere il senso del tempo e guadagnare in benessere e serenità.

Salalah 3
Salalah 1
Salalah 2
Salalah 4
Salalah 5
Salalah 6
Salalah 7
Salalah

Prodotti

resort
crociere
tour
preventivo
mappa
pag dedicata

Descrizione

Salalah è la capitale della provincia di Dhofar e si trova approssimativamente a 1000 km da Muscat. Dhofar è la provincia più grande dell’Oman. Il paesaggio qui è unico: le dune di Rub al Khali formano quasi un tutt’uno con le montagne, profondi canyons sembrano paesaggi preistorici.
Salalah è sorprendentemente verde e potrebbe essere chiamata il giardino del sud. A cominciare da luglio fino alla fine di settembre, la regione è colpita dal monsone. La pioggia trasforma la regione in un paradiso verde in mezzo al deserto.

Diving

Il centro Extra Divers Mirbat è a pochi minuti di distanza dal Veraclub Salalah. Il centro diving offre una reception, un negozio, un salone, 2 classi, bagni con doccia, laboratorio, vasca per il risciacquo ed una terrazza così come una propria piscina didattica.
A causa delle condizioni meteo, il centro diving è chiuso dalla fine di maggio fino agli inizi di ottobre.

Si organizzano immersioni dalla spiaggia e dalla barca ed un piccolo housereef è a disposizione dei sub e di chi pratica snorkeling. Ci sono più di 25 siti conosciuti finora ma molti altri in attesa di essere scoperti!
Una zona colorata piena di pesci, fantastici giardini di corallo, aragoste, tonni o polpi oltre a 2 relitti tra cui il “relitto cinese” che, come se fosse una scogliera artificiale, ospita una quantità enorme di pesci.
La regione è anche ben conosciuta e famosa per la foresta di alghe: crescono grazie alle correnti di acqua fredda durante l’estate e durante il caldo invernale con temperature dell’acqua che oscillano sui 25°/27° C muoiono nuovamente lasciando intravedere l’incredibile scogliera colorata e l’incalcolabile quantità di pesce di una fantastica diversità.
Il dive centre è gestito da Martin Sigrist. I corsi sono tenuti in tedesco, inglese e francese.
Il centro dispone di 30 attrezzature complete Aqualung per il noleggio e di 80 bombole in alluminio da 12 litri con attacchi DIN (sono disponibili adattatori INT).

Immersioni

Ci sono molti siti ancora da esplorare lungo la costa che da Salalah arriva a Mirbat, anche perchè non esistendo strade nessuno si è mai avventurato in queste acque. Il centro Extra Divers invece continua costantemente a scoprire nuovi siti che vanno ad aggiungersi a quelli già noti e spesso questi fondali vengono scoperti per la prima volta proprio insieme agli ospiti presenti.
Perché non essere i primi a scoprire un nuovo angolo di mondo sottomarino?
Abbiamo pensato di descrivere alcuni tra i siti diving della zona così da poter dare una piccola idea di ciò che è possibile incontrare in queste acque..

EAGLE BAY è il punto di partenza ideale per un’immersione. La conformazione della baia la rende protetta dai forti venti per cui è possibile praticare sia il diving che lo snorkeling in tutta tranquillità. Si parte dalla spiaggia per raggiungere un fondale sabbioso dove è possibile ammirare differenti specie di razze che nuotano sfiorando la sabbia. Dopo qualche minuto si raggiunge l’inizio del reef a 10 m di profondità dove si potrà scorgere la fauna di barriera: parrot fish, angel fish, murene di ogni specie, tartarughe, seppie anche di grandi dimensioni e polpi. Per la gioia degli amanti della macro è possibile ammirare anche un’ampia varietà di nudibranchi di ogni forma e dimensione. Il fondale è coperto da coralli e spesso è possibile scorgere anche le mobule oltre alle aquile di mare.
La baia e la sua laguna sono poi il posto ideale per rilassarsi tra un’immersione e l’altra o per farsi una bella nuotata!
Il famoso CHINESE WRECK giace ad una profondità di 10 metri e si estende per una lunghezza di circa 250m
Questo relitto è stato denominato “cinese” a causa della merce che trasportava ma in realtà si tratta di una grande imbarcazione di origine portoghese affondata circa 50 anni fa.
Qui è possibile incontrare grandi banchi di pesci che compaiono e scompaiono nuotando tra le pareti del relitto.
Pesci farfalla ed angelo, lion fish, barracude, grandi murene e cernie sono abitanti del luogo, oltre a pesci scatola, razze ed aragoste ed agli immancabili nudibranchi.
L’ AQUARIUM è chiamato così perchè ovviamente lo è davvero! I suoi fondali colpiscono subito per le grandi e coloratissime formazioni di corallo e per la varietà di pesci che vi abitano: polpi, seppie, murene, nudibranchi, grandi cernie, tartarughe, razze e dozzine di banchi di carangidi..
Una caratteristica della zona sono le FORESTE DI KELP che si estendono per tutta la zona costiera che da Salalah raggiunge Mirbat e che si possono ammirare nei mesi che vanno da Ottobre a Dicembre.
Spesso si pensa di dover nuotare in mezzo ad una vera e propria foresta ma ci si scorda che questo ambiente è rifugio soprattutto per i giovani pesci e si può considerare un pò come una "scuola materna" per un'ampia gamma di specie che vanno dal barracuda al pesce istrice. Dopo dicembre, le alghe iniziano a morire scoprendo la barriera corallina con i suoi colori freschi e nuovi ogni anno così da trasformare continuamente i siti diving.